Acqua inquinata, richiesto uno sconto nelle bollette per Capo Soprano e Macchitella

Acqua torbida e inquinata, sconto del 50% sulle bollette idriche per far fronte al disagio dei cittadini. È questa la richiesta della Commissione comunale alla Sanità inoltrata a Caltaqua, la società italo-spagnola che gestisce la distribuzione e l’erogazione idrica nel nisseno, in riferimento all’ordinanza che vietava l’utilizzo dell’acqua per uso alimentare ai residenti del quartiere Capo Soprano e Macchitella.

In più occasioni, sette per precisione, dalle analisi effettuate su alcuni campioni d’acqua era emerso un superamento notevole dell’indice di torbidità previsto. Da qui, dunque, il divieto a utilizzare l’acqua dei rubinetti per cucinare. Una situazione che si protrasse per diversi giorni e da cui adesso è scaturita la richiesta di sconto nella bolletta per i residenti di Capo Soprano e Macchitella, a cui si è aggiunta tre giorni fa anche una diffida nei confronti di Caltaqua e del personale ATO per l’assenza di risposte che, stando ai fatti, non sono ancora arrivate.

Articoli correlati