Bis per la Notte Bianca? Commercianti: “Sì, ma anche a Capo Soprano!”

“Bis per la notte Bianca”. È questa la richiesta dei commercianti del centro storico, abbastanza soddisfatti per la riuscita dell’evento promosso dall’Amministrazione Comunale che si è svolto lo scorso fine settimana e che ha visto popolarsi in notturna le strade principali della città. Negozi e attività aperte, mostre, sfilate storiche e spettacoli in ogni angolo del centro, dall’esibizione delle scuole di danza alle canzoni intonate dai vari cori gelesi. Insomma, un’iniziativa che ha portato un po’ di serenità in un periodo di proteste e difficoltà economiche, ma anche un’occasione che ha permesso ai titolari di attività commerciali di tirare un sospiro di sollievo. E se da una parte c’è chi chiede il bis, dall’altra c’è chi dice “perché noi no?”. È questo il reclamo di chi lavora a Capo Soprano, quartiere escluso dalla notte Bianca. I residenti della zona e i negozianti, infatti, ci sono rimasti male nel vedere la premura con cui si miri spesso e volentieri alla valorizzazione del centro storico, trascurando importanti punti della città quali via Palazzi e dintorni. Che la notte Bianca possa davvero ricevere il bis e coinvolgere più quartieri? Questa è la speranza, staremo a vedere.

 

(Foto scattata da un giovane gelese)

Articoli correlati