Capitaneria di Porto: controlli potenziati grazie al Laboratorio Ambientale Mobile

Si è conclusa oggi la settimana di controlli ambientali che ha visto lavorare insieme la Capitaneria di Porto di Gela e il Laboratorio Ambientale Mobile (LAM), nato con lo scopo di potenziare le capacità operative della Guardia Costiera nel campo della tutela ambientale. L’impiego del Laboratorio permette l’accertamento di potenziali violazioni che potrebbero causare danni o situazioni di pericolo per l’ambiente marino e costiero. Il LAM è inoltre dotato di strumentazione adeguata a effettuare attività di campionamento sia da terra sia da mare, in prossimità di scarichi di acque reflue, urbane e industriali, acqua di mare contaminata da idrocarburi, acque di balneazione presso impianti di depurazione e in caso di sinistri marittimi. L’attività in questione ha interessato il territorio di competenza del Compartimento Marittimo di Gela, sui campioni prelevati sono state effettuate delle analisi dal personale del Corpo diplomato o laureato in discipline scientifiche al fine di determinare l’eventuale presenza o meno di idrocarburi. Sulla base degli esiti, la Capitaneria di Porto potrà intraprendere eventuali azioni di indagine per individuare i responsabili dei reati ambientali. 

Articoli correlati