“E muriu Crocetta”. Nuove minacce di morte al governatore

Nuove minacce di morte al presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, a distanza di poco più di una settimana dalla lettera intimidatoria. Questa mattina alle 6.16, come conferma una voce maschile ha chiamato il 113 e ha detto, con una marcata inflessione dialettale: “E muriu Crocetta (E Crocetta è morto)”. È stato lo stesso Crocetta a informare dell’accaduto l’Ansa. Ad avvertire Crocetta delle nuove minacce sono stati i poliziotti del servizio scorte di Palazzo d’Orleans, dopo la segnalazione della Questura di Palermo. Il governatore a commentato in questo modo la notizia “Sono i miei auguri per Natale”. Intanto è stato  rafforzato il sistema di sicurezza attorno al presidente della Regione, che vive sotto scorta 

Articoli correlati