Immigrati a bordo carreggiata, un pericolo per loro e per chi guida

Chi viaggia sulla Gela-Catania si sarà reso conto ogni giorno del via vai dei tantissimi immigrati, ospiti al Centro di accoglienza di Mineo, a piedi o in bici a bordo carreggiata, di giorno e di notte. Una situazione che espone al pericolo chi guida, ma anche chi cammina, soprattutto al buio data la scarsa visibilità. Una realtà che, purtroppo, ha registrato il suo primo grave incidente all’altezza del bivio “Menichelli”, in contrada Pian del Lago (Caltanissetta). Poco dopo le 16:00 di ieri pomeriggio, infatti, un immigrato di ventidue anni che camminava a piedi lungo la Strada Provinciale 5 è stato urtato da un’auto sulla quale viaggiava una nissena di cinquantaquattro anni che procedeva lungo la stessa carreggiata. In seguito al colpo, l’uomo ha sfondato il finestrino del lato passeggero con la testa e per questo è stato trasportato in ospedale e ricoverato con codice giallo. Al giovane immigrato è stato riscontrato un trauma cranico. Non sarebbe forse il caso di intervenire per scongiurare il rischio che possano ripetersi altri incidenti?

Articoli correlati