Porto di Gela ancora in “alto mare”. Comitato chiede un nuovo incontro

Una nuova incontro con le parti interessate e il gruppo di lavoro, sulla questione irrisolta del porto di Gela é stato chiesto dal comitato del porto del Golfo di Gela. Risultano infatti ancora bloccate tutte le procedure per l’avvio dei lavori di dragaggio e di allungamento del braccio di ponente del porto rifugio di Gela. Il Comitato per lo sviluppo del porto del Golfo di Gela ha sottolineato come ancora sembra distante la risoluzione del problema dell’insabbiamento del porto, così invece come era stato previsto dall’accordo del 27 settembre.

“Nell’ultimo consiglio comunale monotematico il dirigente regionale della protezione civile Ingegnere Calogero Foti aveva dichiarato che al più presto sarebbero state avviate le gare di caratterizzazione delle sabbie per poi avviare la gara per il dragaggio totale dello specchio acqua del Porto , ma sono passati circa un mese da quello incontro e tutto tace . Nessuno sa che punto sono l’iter per l’avvio delle gare e lavori . ” Ha affermato il comitato.

“l deputati regionali Federico, Cancelleri , Arancio ed il presidente della regione Siciliana Rosario Crocetta quando hanno intenzione di dare delle risposte alla città di Gela , inerente alla questione porto di Gela ai propri cittadini che gli hanno delegati a rappresentarli per 5 anni visto che il proprio mandato sta per scadere? Si é chiesto il comitato

” Nonostante due anni di riunioni, incontri e vari tavoli istituzionali ancora ad oggi la politica non ha saputo dare una risposta al territorio di Gela con i fatti ma solo chiacchiere e proclami che sicuramente porteranno i cittadini Gelesi ad non avere più fiducia a questa classe politica fallimentare visto i risultati. ” Ha concluso il Comitato.

Articoli correlati