Poteva un sms salvare la vita di Andrea Loris? Molte scuole hanno adottato il servizio messaggi assenze rivolto ai genitori

       Come  si sarebbe potuta evitare la tragedia di Andrea Loris? Questa é la domanda che sta tormentando i cittadini del piccolo paese in provincia di Ragusa, Santa Croce Camerina, balzata alla cronache per la morte del piccolo scolaro. 

Molte scuole italiane, da due anni a questa parte, hanno adottato il servizio di sms assenze. Quando all’appello mattutino l’alunno risulta assente, la scuola  invia un sms ai genitori, per informarli del fatto.  Se la scuola avesse adottato questo servizio, la madre avrebbe saputo immediatamente che il figlio non era entrato in classe. Nessuno ieri mattina aveva visto Andrea, né i compagni, né i bidelli, probabilmente una volta lasciato dalla madre il piccolo si é allontanato spontaneamente. É stato ucciso? Ha avuto un malore? Sará l’autopsia a svelare ciò, che é stata disposta per oggi. Nessuna pista é esclusa.  Spesso l’uso di nuove tecnologie è indispensabile per arginare il rischio che nuovi mostri attentino agli affetti più cari.  

Articoli correlati