Protesta degli operai dell’indotto frena l’attività consiliare. Urge l’approvazione del bilancio

È stato rinviato al 27 novembre alle ore 20:30,  il consiglio comunale di Gela. Anche stamani, come succede ormai da circa un mese gli operai dell’indotto si sono presentati davanti all’assise civica, temono per il loro futuro occupazionale, dopo il 30 novembre, quando scadranno gli ammortizzatori sociali di cui hanno usufruito dopo essere rimasti senza lavoro. I lavoratori non si sentono tutelati dall’accordo sottoscritto con Eni e non sono mancati, stamani momenti di tensione, mettendo un freno all’attività consiliare. Oltre 70 i debiti fuori bilancio da andare a votare, tra gli ordini del giorno anche l’approvazione del bilancio e del piano triennale degli investimenti. L’approvazione delle delibere finanziarie è urgente, in quanto ci sono dei servizi che stanno per scadere. 

Articoli correlati