Riva & Mariani: probabile rientro per i 15 operai licenziati

I 15 operai dell’azienda Riva & Mariani, licenziati nello scorso luglio dovrebbero  ritornare al lavoro, entro il 31 gennaio, con contratti a tempo determinato in attesa di un’eventuale stabilizzazione a tempo indeterminato nell’arco di un anno. La multinazionale, che da anni opera nell’indotto gelese, non ha revocato i licenziamenti ma ha accettato un’intermediazione davanti anche all’amministratore delegato di raffineria Carlo Guarrata che ha dato rassicurazioni sulla sussistenza di commesse almeno per i prossimi mesi. Fin dal primo momento, i segretari provinciali del settore chimico di Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno sempre lottato per la definitiva revoca dei licenziamenti. Il gruppo Riva e Mariani, secondo i sindacati, non avrebbe quelle difficoltà finanziarie da giustificare provvedimenti di licenziamento. Alla fine, si è deciso di optare per una soluzione che, mese dopo mese, dovrebbe assicurare il rientro in fabbrica con contratti a tempo. Nonostante l’accordo, raggiunto stamani, i lavoratori interessati continuano a temere la riduzione d’investimenti da parte del gruppo Eni non consenta un loro rientro neanche con con contratto a tempo determinato

Articoli correlati

Tagged with: