Solidarietà a Davide Stival, il Comune di Vittoria gli offre un lavoro

Il Sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, offre un lavoro a Davide Stival, padre del piccolo Loris. Il Primo cittadino del Comune vicino a Santa Croce Camerina, nel ragusano, ha comunicato al legale di Stival, Daniele Scrofani, la decisione di offrire un’occupazione al giovane trentenne per permettergli di rimanere in Sicilia accanto al bambino più piccolo. Davide Stival, prima della tragedia per cui è stata accusata e messa in carcere la moglie Veronica Panarello, faceva l’autotrasportatore nel nord Italia. “Ho ritenuto di intervenire nella triste e dolorosa vicenda del piccolo Loris Stival sia come Sindaco di una città rimasta fortemente colpita da tale tragedia, sia come padre – ha affermato Giuseppe Nicosia – nel corso dei funerali del bambino ho avuto modo di parlare con l’avvocato Daniele Scrofani e manifestargli la disponibilità del Comune a trovare una soluzione che dia modo a Davide Stival di stare vicino al bambino più piccolo, rimasto improvvisamente senza fratellino, ma anche senza mamma. Se le altre istituzioni, più vicine per territorio o con maggiori risorse burocratiche, non riuscissero a trovare una soluzione, cercheremo di trovarla noi per dare un lavoro a papà Davide. Un lavoro che simbolicamente diventa un regalo di Natale per tutti i papà disoccupati a cui vorrei, oggi più che mai, poter dare una mano se leggi e disponibilità materiali mi consentissero di farlo. È un dono simbolico dedicato a tutti i bambini – ha poi concluso il Sindaco – che in questo momento hanno bisogno di avere un papà vicino”.
Intanto, Veronica Panarello nei giorni scorsi è stata trasferita dal carcere di Catania a quello di Agrigento. La donna continua a proclamare la sua innocenza. “Mio figlio è stato ucciso due volte – avrebbe detto – la prima per mano dell’assassino e la seconda quando mi hanno accusata del suo omicidio”.

Articoli correlati