Stipendi da pagare e bilancio da approvare. Oggi torna a riunirsi il consiglio comunale gelese

Scrutatori che devono ancora ricevere il compenso per il referendum confermativo del 13 luglio scorso, impiegati del Consorzio di bonifica che devono percepire da mesi gli stipendi, lo stesso per le lavoratrici dei servizi sociali di assistenza agli anziani e per i lavoratori dei lavori socialmente utili. Tutto è nelle mani del bilancio 2014 che deve essere ancora approvato, a poche settimane dalla fine dell’anno. Tutto dipenderà da oggi pomeriggio, quando il consiglio comunale si riunirà per l’ennesima volta. I consiglieri hanno richiesto di approfondire gli atti prima di votare lo strumento finanziario, a seguito dell’emendamento presentato dal sindaco Angelo Fasulo per coprire il buco da due milioni e 400 mila euro che si è aperto dopo il taglio dei trasferimenti da parte del governo nazionale. L’emendamento ha avuto parere favorevole da parte della corte dei conti, ma i consiglieri sono rimasti scottati dalle sanzioni che precedentemente si sono visti arrivare per emendamenti che avevano avuto il parere favorevole da parte della Corte dei conti. Per cui prima di votare i consiglieri  vogliono esaminare le carte e vederci chiaro. Il consigliere di Articolo 4 , Giuseppe Di Dio intanto ha dichiarato che voteranno il bilancio “solo se l’amministrazione prende l’impegno pubblico a rivedere il regolamento sulla Tari”. “Un mancato controllo sugli atti e una mancanza di controllo totale e un bilancio incompleto era stato portato nell’ultimo consiglio” ha sottolineato Di Dio. Anche i consiglieri della maggioranza chiedono un controllo degli atti, prima di procedere all’approvazione

Articoli correlati