Un dossier sul Muos consegnato al Vescono Gisana dagli attivisti piazzesi

Gli attivisti del Comitato No Muos- No Guerra di Piazza Armerina, Ornella Muni ed Enrico Di Carlo, hanno incontrato oggi mons. Rosario Gisana, vescovo della Diocesi di Piazza Armerina, che comprende, tra gli altri, anche il Comune di Niscemi. “Abbiamo incontrato il Vescovo – hanno detto i due attivisti – e consegnato il dossier contenente documenti sul Muos, e le 46 antenne dell’impianto NRTF, estrapolati dai lavori svolti dai legali dei movimenti No Muos e di Legambiente, sui quali il TAR dovrà pronunciarsi il prossimo 25 novembre”.
Il dossier è stato realizzato da Paola Di Vita di Legambiente, oltre che attivista No Muos, e da alcuni attivisti del comitato piazzese, con la collaborazione degli altri comitati siciliani. “Presenterò – ha dichiarato il vescovo – il dossier all’Episcopato Siciliano per capire perché gli altri vescovi non abbiano ancora preso posizione, considerando che la questione non riguarda soltanto l’inquinamento del territorio, la salute, ma evidentemente anche la precarietà della pace nel mediterraneo!”
Il comitato ha proposto una veglia o un messaggio da parte di tutte le parrocchie piazzesi la domenica antecedente all’udienza del 25 novembre del Tar, o per venerdì 21 novembre in corrispondenza dello sciopero sociale della città di Niscemi. La proposta è stata accolta con entusiasmo dal Vescovo. Mons. Gisana si è detto vicino a tutti gli attivisti. “Darò priorità  alla popolazione – ha commentato -in modo che si possa vivere su quest’isola in armonia con le meraviglie che possiede”.

Articoli correlati

Tagged with: