“Veronica non sei sola”. Nasce nuovo gruppo su Facebook in difesa della Panarello

È nato su Facebook il gruppo “Veronica Panarello è innocente”, che difende  la donna dalle accuse di omicidio del figlio Loris.  Sono già duecentocinquanta i Like, tra cui è comparso anche quello della cognata Antonella Stival. “L’aspettavamo. Grazie di essere con noi. Anche per lei la nostra casa è aperta”, si legge nel Social network. Tra i post anche quello di Cinzia D’Amico che sottolinea come la tragedia che ha segnato la famiglia Sival  abbia  colpito profondamente tutta l’opinione pubblica tanto da far nascere tante pagine nuove nel social network. “Sono oggi qui a scriverti queste due righe per farti sentire in qualche modo la nostra vicinanza. L’attacco mediatico che hai ricevuto, ha sicuramente influenzato l’evolversi dei fatti, a cui è seguito anche l’abbandono della tua famiglia. Possiamo solo immaginare, quanto sia straziante, restare in quella stanza spoglia, mentre avresti dovuto essere accanto a tuo marito e tuo figlio per alleviare insieme il vostro dolore. ” Scrive Cinzia. Anche il papà di Veronica, Francesco Panarello ha deciso di aderire alla pagina e  lui è uno dei più grandi sostenitori dell’innocenza della figlia. Già vi era un altro gruppo dedicato alla giovane donna “Nessuno tocchi Caino, se non è Caino”, che ha 25 like. Veronica si trova attualmente nel carcere di Agrigento, in attesa del giudizio di scarcerazione. Intanto dall’esame effettuato sotto le unghie del piccolo Loris, non risultano tracce del Dna della madre. 

Articoli correlati