25-26 Marzo: tornano le giornate de FAI

Con l’arrivo della primavera, tornano le giornate del FAI (il Fondo Ambiente Italiano), che permettono di visitare tantissimi luoghi nascosti e solitamente non accessibili in moltissime città italiane.

La manifestazione festeggia quest’anno i 25 anni; era infatti il 1993 quando si tenne la prima edizione che rese visitabili circa 50 luoghi in tutta Italia (vennero coinvolte più o meno 30 città). In venticinque anni la manifestazione ha avuto una crescita esponenziale che ha visto in complessivo l’apertura di circa 10000 tesori nascosti o non solitamente visitabili, in oltre 4000 città, con oltre 9000 visitatori.

Quest’anno saranno ben 1000 i siti visitabili (tra cui 260 palazzi e ville, 51 borghi, 79 castelli e torri, 90 piccoli musei) in oltre 400 città in tutta Italia; a Palermo verranno aperti in via del tutto eccezionale i siti che si trovano all’interno dell’itinerario ribattezzato “Per le vie dell’antico quartiere della Loggia”:

  • Filiale Regionale della Banca d’Italia;
  • Caserma della Finanza “G. Cangelosi”, ex convento domenicano;
  • Chiesa di Sant’Eligio e Fabbrica d’Argento di A. Amato;
  • Chiesa di Sant’Eulalia dei Catalani;
  • Chiesa di San Giorgio dei Genovesi;
  • Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini”;
  • Palazzo Pantelleria (ingresso riservato ai soli iscritti al FAI);
  • Piazzetta del Garraffello.

Sul sito dedicato alla manifestazione www.giornatefai.it, è reperibile l’elenco completo delle aperture di tutti i siti del resto della Sicilia.

Va infine ricordato che per l’accesso ai siti è richiesto un contributo libero; i fondi raccolti permettono di sostenere la manifestazione oltre a permettere interventi a protezione del patrimonio artistico e naturale italiano.

Articoli correlati