Il 5 per mille ai servizi sociali. Bennici: comune informi i cittadini

Il cinque per mille destinato al Comune per i servizi sociali, può essere determinante per la qualità della vita dei soggetti più deboli.

Per tale motivo il consigliere di Sicilia Futura, Sandra Bennici, con una mozione invita l’amministrazione ad organizzare una campagna di informazione.

Infatti nella dichiarazione dei redditi  é prevista la possibilità per i cittadini di devolvere il 5 per mille delle imposte sul reddito delle persone fisiche che annualmente si versano a favore del proprio Comune di residenza, con l’obbligo per quest’ultimo di destinare la risorsa ad interventi di carattere sociale. Tale possibilità può diventare un valido strumento per tutti i cittadini, che in questo modo potranno veder garantiti e mantenuti molti servizi sociali che i Comuni, hanno difficoltà a mantenere e finanziare con le proprie risorse diventate sempre più esigue da parte dello Stato. contribuenti.

Il 5 per mille dell’Irpef non rappresenta una tassa aggiuntiva né un onere economico in più a carico dei contribuenti, bensì la possibilità di destinare una quota di imposte versato allo Stato per finalità di carattere sociale. Quindi è una scelta cha va ad aggiungersi a quella dell’8 per mille. Esse non sono in alcun modo alternative tra loro.
Il consigliere Bennici invita

inoltre l’amministrazione di destinare tali somme a dei buoni pasto da spendere nei supermercati di Gela per i generi di prima necessità.
“Sicura- ha detto il consigliere- che l’amministrazione molto sensibile verso chi é in difficoltá, accoglierá positivamente tale iniziativa”

Articoli correlati