“A Gela le cose le facciamo con il cuore”, le buche nelle strade non risparmiano nessun quartiere

Nell’era di facebook e dei social network la denuncia sociale, celata dietro battute di spirito e ironia che si diffondono a macchia d’olio, non appena pubblicate, dilaga senza esclusione di colpi. Dalle parodie in tempo di campagna elettorale ai fotomontaggi più stravaganti che hanno visto protagoniste proprio loro, le ribattezzate “Ali della discordia”, all’ingresso del pontile. Stessa sorte è toccata al sindaco Domenico Messinese e ai componenti della sua giunta, una satira che diverte sicuramente, ma che muove con lo scopo di farsi sentire, di manifestare un problema e un disagio che, passando di bacheca in bacheca, simile al passaparola di un tempo, finiscono in brevissimo tempo sulle bocche di tutti. A finire nel mirino della satira stavolta le buche nelle strade di Gela che non risparmiano nessun quartiere. “A Gela le cose le facciamo con il cuore”, si legge nell’immagine pubblicata su internet da un utente e che ha ricevuto diversi apprezzamenti e condivisioni. La denuncia è chiara: in città il manto stradale meriterebbe interventi seri di manutenzione e rifacimento. Sono note a tutti le voragini del quartiere Settefarine, dell’intera via Venezia, dell’allora fiore all’occhiello Macchitella, per non parlare delle vie sotto e sopra la via Crispi, in cui i residenti hanno più volte, prima con l’amministrazione Fasulo e ora con quella Messinese, reclamato interventi urgenti, vista anche la frequenza con cui ragazzi in motorino sono rovinosamente caduti a terra. E così in tantissime zone, elencare ciascuna strada sarebbe quasi impossibile, un’impresa che, mea culpa, preferisco non perseguire. Una cosa è certa: le nostre strade a Gela non le invidia nessuno.

Articoli correlati