A Gela sui vasi fioriscono sacchetti di rifiuti. La città sommersa dall’immondizia

Si è svegliata sommersa dai rifiuti la zona balneare di Manfria.

Stamani i residenti, ma anche chi aveva deciso di trascorrere qualche settimana lontano dalla città per fare qualche bagno, ha trovato un “mare” sì, ma di immondizia. La chiusura della discarica di Timpazzo ha già dato i suoi effetti, anche se è impossibile un accumulo così consistente in un solo giorno. Le cose non vanno meglio in città, dove l’immondizia stamani è stazionata davanti le porte delle abitazioni. E si trova di tutto dai sacchetti, con all’interno l’indifferenziato, ancora sono in tanti a Gela a non effettuare la selezione dei rifiuti, ad oggetti di ogni tipo. Nel pieno centro storico stamani, vi erano assi da stiro, paraurti di auto, seggioloni, valige e sui vasi che dovrebbero abbellire la città, al posto dei piante fioriscono sacchetti di immondizia. Siamo comunque alle solite. Un servizio di raccolta che non ha mai funzionato perfettamente, a cui ora si aggiunge la chiusura della discarica, e la maleducazione dei cittadini.

Articoli correlati

Tagged with: