A Macchitella 6 discariche abusive. Il Comitato incontra il Commissario. Gradito: era una volta il fiore all’occhiello della città

Continuano le segnalazioni dei cumuli di rifiuti in città. A distanza di tre anni dalla sua adozione, quella che doveva essere una svolta per la città, la differenziata, si è trasformata in incubo. Interi angoli della città di Gela continuano ad essere invasi dai sacchetti di immondizia abbandonati dagli indisciplinati. Anche quello che era considerato il fiore all’occhiello di Gela, Macchitella, è diventato uno dei quartieri più sporchi.

“Sono sei i punti di accumulo dei rifiuti nel quartiere di Macchitella, oltre a quello di via Rio de Janeiro, vi sono due discariche abusive in Piazza Eleusi, una in via Porta Ferrara e due nella strada che conduce a Montelungo, adiacente al parco” ci ha detto il presidente del Comitato di Quartiere Gioacchino Gradito.

Il presidente ha chiesto maggiori controlli sugli indisciplinati da parte dei vigilantes del Comune.

“Non possiamo permetterci di essere noi residenti a fare da guardia nelle discariche abusive per riprendere chi continua a gettare rifiuti indifferenziati” ha detto Gradito.

Ieri il Comitato è stato ricevuto dal Commissario Rosario Arena a Palazzo di Città.

“Abbiamo fatto presente tutti i problemi che attanagliano il quartiere, dai rifiuti alla mancanza di interventi sul verde. Vi sono alberi i cui rami entrano dentro le finestre delle abitazioni” ha sottolineato Luca Faraci, vicepresidente del Comitato.

“Per il verde abbiamo proposto al Commissario di dare delega ai condomini, ma dopo che sia messi nelle condizioni di agire, magare fornendo loro acqua e attrezzi” ha detto Luca Faraci.

“Un altro problema che attanaglia il quartiere è la mancanza di illuminazione in alcune zone, che ormai sono diventate pericolose: si tratta della villetta E. Mattei, ma anche quella di Iqbal  Masih, totalmente al buio. Lì i ragazzini vi trascorrono le loro serate, ma è pericoloso. Spesso quelle villette sono state vandalizzate”. ha detto Gradito.

Problemi di Macchitella ma comuni a molti altri quartieri della città. I rifiuti, le sterpaglie, gli alberi non potati, la mancanza di illuminazione. Tutto sembrerebbe facilmente risolvibile, in una città normale. Ma Gela non lo è mai stata.

“Il commissario ha mostrato una disponibilità nei confronti delle nostre richieste, speriamo solo che almeno qualcuna di essa venga esaudita” ha detto Faraci.

I