“A tu per tu” col sociologo Francesco Pira. I social network? Una nuova necessità di cui avere consapevolezza

Professor Pira, qual è il rapporto tra famiglia, scuola e social network?
“È un rapporto complesso, che sicuramente va studiato e capito. Oggi le famiglie devono trovare una sintesi, insieme a tutte le altre agenzie formative, per comprendere che non siamo di fronte a un’emergenza, ma che bisogna avere consapevolezza dell’uso delle nuove tecnologie.

È una sfida importante e per questo parliamo di nuova genitorialità. Oggi pù che mai, insieme a tutti gli altri aspetti educativi deve entrare anche l’uso consapevole delle nuove tecnologie”.
Quali sono i rischi e i pericoli della nuova tecnologia per i bambini e i ragazzi che si approcciano a questa realtà?
“Sono tanti. Il cyberbullismo per esempio, ma c’è anche il pericolo che questi bambini, tramite gli smart-phone o anche tramite altre situazioni, si ritrovino poi a non fare un uso attento di questi social”.
E quale sarebbe l’uso corretto?
“L’uso corretto è un po’ difficile da descrivere perché i pericoli aumentano giorno dopo giorno. Anche oggi, per esempio, mostriamo l’immagine di una nuova app che è possibile scaricare, per cui attraverso il telefonino possiamo generare delle pistole virtuali con cui si combattono i nemici che vediamo geolocalizzati nello stesso luogo. Quindi, è tutto veramente difficile, bisogna che i genitori controllino e che gli insegnanti capiscano che c’è comunque questa nuova necessità”.