“Stato di abbandono”, il racconto dell’autista di Falcone, unico sopravvissuto alla strage

Quel giorno del 1992, passato alla storia come la più terribile strage di mafia, lui c’era e sopravvisse miracolosamente. Si intitola “Stato di abbandono” il libro di Riccardo Tessarini che propone il racconto biografico inedito di Giuseppe Costanza, autista personale di Giovanni Falcone, scampato a una delle pagine più tristi e drammatiche della Sicilia.

Fra le righe il suo lungo rapporto con il giudice Falcone e il racconto di ciò che ha patito dopo la strage dalle Istituzioni, isolato e strumentalizzato dall’informazione. Le parole di un uomo che, ancora oggi, combatte per i propri diritti.

Il libro verrà presentato a Gela il prossimo 22 giugno, alle 18:30, nell’ex chiesa San Giovanni. Dialogherà con il protagonista il giornalista Giuseppe D’Onchia e interverrà anche Giuseppe Spata, presidente dell’associazione Libera, quest’ultima promotrice dell’incontro insieme alla libreria Mondadori di via Marconi e del Comune di Gela.

Articoli correlati