Abela: alta l’attenzione sulle mense scolastiche. Segnalare i disservizi agli uffici, prima che su Facebook

Rimane alta l’attenzione dell’amministrazione comunale sul servizio di refezione nelle scuole di Gela, con un monitoraggio costante sulla qualitdei cibi distribuiti nelle mense agli alunni, nonostante agli uffici Pubblica Istruzione continui a non arrivare alcuna segnalazione formale.  
Questo quanto riferito dall’assessore ai servizi sociali Licia Abela, dopo aver condotto un nuovo sopralluogo in alcuni istituti scolastici in cui il servizio mensa  è attivo. “Il monitoraggio è continuo e non solo da parte del Comune di Gela – ha detto Abela- ma anche da parte delle commissioni consiliari, dell’Asp e del Dipartimento di Prevenzione Veterinario. Niente è lasciato all’improvvisazione o allo sbando. Lì dove sussistono criticità queste sono state segnalate e opportunamente risolte”.
Alla ditta aggiudicataria è stata raccomandata massima professionalità. Abela ha preannunciato per il prossimo anno l’istituzione di una commissione che verifichi la qualità dei pasti, con la partecipazione anche dei genitori degli alunni interessati. “Non credo alle strumentalizzazioni o alle speculazioni sui più piccoli – ha concluso Abela -, per questo rivolgo ogni giorno grande attenzione al corretto prosieguo dell’appalto che riguarda l’alimentazione degli alunni gelesi. Prima di condividere però sui social la foto di una mela bacata o di una panatura di pesce usciti da scuola, sarebbe anche opportuno segnalare il presunto disservizio agli uffici comunali della Pubblica Istruzione”.
L’assessore confida  nella collaborazione di tutti affinché i nostri bambini possano usufruire del servizio mensa in sicurezza e serenità”. L’assessore ha pubblicato sul suo profilo facebook come un’addetta spiegasse che i bambini preferissero il pesce panato rispetto ai semplici filetti.
 

Articoli correlati