Accordo di programma area di crisi: 10 imprese hanno manifestato interesse per Gela

Accordo di Programma per l’area di crisi complessa: già la prossima settimana, Regione, Comune ed Eni si incontreranno per chiudere l’attività sulla perimetrazione territoriale dell’area di crisi e la lista nominativa di disponibilità occupazionale permanente che dal 2012 ad oggi si attesta intorno a 4mila unità.”Lo ha detto il vici sindaco Simone Siciliano.
L’amministrazione comunale  di Gela si è già premurata di avviare uno sportello unico per le imprese che Invitalia ed il Mise impiegheranno per accompagnare le realtà imprenditoriali del territorio nell’individuazione di misure specifiche per investimenti alternativi partendo proprio dalle 10 imprese che hanno manifestato interesse ad insediarsi nell’area Rage per nuove iniziative imprenditoriali dopo l’avviso pubblico siglato alla Prefettura di Caltanissetta dal Comune di Gela, dalla Regione, dalle sigle datoriali, dai sindacati e dal prefetto. Seguirà la valutazione delle misure specifiche – ha concluso l’assessore Siciliano – in termini economici e di fiscalità agevolata per l’avvio di bandi pubblici per attrarre investitori anche internazionali nell’area Gela”.