Accordo di Programma. Cgil, Cisl e Uil: finanziamenti per qualche capannone. Ne rivendichiamo uno di qualità

Cgil, Cisl e Uil esprimoro la loro indignazione per i risultati portati da Roma riguardante l’aspetto finanziario dell’Accordo di Programma.

Secondo i sindacati non era necessario attendere oltre due anni per ottenere solo 10 milioni di euro, utili a finanziare qualche capannone. Ancor più grave la questione se si considera che a Termini Imerese sono stati destinati 370 milioni di euro.

Ciò che  ci interessa non è la firma ma ciò che si firma, per tale motivo i sindacalisti Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Maurizio Castania, rivendicano un Accordo di Programma di qualità.

“Emerge la questione meridionale, la politica che elemosina priva di una visione. Vogliamo un accordo di programma di qualità, in grado di ridisegnare il territorio premiando le idee di tanti giovani che per le banche non sono nessuno. L’obiettivo non può essere qualche milione di euro per costruire un capannone” . Ha detto il segretario della Cgil Ignazio Giudice.