Accordo Eni: arrivano le prime autorizzazioni per la bonifica

Arrivano le prime autorizzazioni per la bonifica di alcune aree, mentre ancora si aspetta la dichiarazione di area di crisi complessa, anche se l’intervento da parte del Ministero del lavoro dovrebbe essere ormai vicino. Ieri c’è stato il vertice a Palermo tra Regione, Comune e Eni sulle compensazioni, e  gli investimenti dovrebbero essere concentrati sul mare, da cui partirà il nuovo sviluppo economico della città, dopo la fine della raffinazione. Intanto sono passati quattro mesi e i sindacati Cgil, Cisl e Uil, avevano chiesto un incontro con Renzi, per far rispettare le scadenze del protocollo firmato al Mise il 6 novembre scorso, di cui l’unico effetto per ora visto è quello della disoccupazione da parte degli operari dell’indotto, e l’emigrazione da parte di quelli dello stabilimento. Il sindaco Angelo Fasulo ha assicurato che i lavori che riguardano il dissalatore potranno partire presto. Per quanto riguarda l’Isaf, il progetto è stato presentato e le autorizzazioni sono in arrivo, la stessa per altri interventi di manutenzione. 

Articoli correlati