Accordo tra Gela e il Coppem: creare una rete di servizi per tutto il bacino

Intensificare la cooperazione euromediterranea tra i poteri locali e regionali. Con questa finalità il Comune di Gela ha sottoscritto un accordo con il Coppem, Comitato Permanente per il Partenariato Euromediterraneo. L’intesa prevede la promozione di incontri e scambi volti ad avviare una reciproca informativa sugli scenari geo-politici e sulle prospettive socio-economiche nelle aree di comune interesse, sulle iniziative intraprese e sulle potenzialità di ulteriori interventi da operare congiuntamente. Saranno promossi seminari, corsi brevi, stage, incontri, dibattiti, forum, tavole rotonde e convegni per lo scambio di conoscenze, esperienze, buone prassi e contatti fra operatori dell’area euromediterranea, creando una rete di servizi che opererà su tutta l’area del bacino del Mediterraneo.

L’accordo nasce dalla consapevolezza del ruolo politico strategico della Sicilia nella prospettiva di un rilancio delle politiche di partenariato tra gli enti locali euromediterranei, alla luce dei mutamenti verificatisi nell’area dopo la “primavera araba”. I progetti predisposti saranno finanziati con fondi europei, grazie anche al coinvolgimento del servizio “Europa e bandi”, retto al Comune di Gela da Tonino Collura.

A sottoscrivere l’accordo sono stati l’assessore comunale Simone Siciliano e il segretario generale del Coppem, Carmelo Motta.

Articoli correlati