Affidabilità commerciale: imprese siciliane in difficoltà.

Il Cribis è una nuova realtà specializzata nella fornitura di informazioni economiche, credit scoring e soluzioni per le decisioni di business. All’approfondimento e all’accuratezza delle informazioni unisce flessibilità tecnologica, avanzati modelli di scoring e rating e sistemi di supporto decisionale, per rispondere tempestivamente alle richieste di mercato. Inoltre, raccoglie milioni di esperienze di pagamento, al fine di rilevare le abitudini delle aziende italiane ed estere nei confronti dei propri fornitori . Per il 2016 l’analisi di Cribis sull’affidabilità commerciale delle imprese siciliane ha fornito dei risultati preoccupanti in quanto le aziende più sicure nelle relazioni commerciali sono di grandi dimensioni, fondate prima del 1951 e localizzate nella virtuosa Ragusa. Nel dettaglio si legge che la percentuale di best partner commerciali siciliani ha raggiunto il 3,58% del totale, contro una media italiana del 7,60%.

La Sicilia si posiziona così nella parte bassa della classifica delle regioni più virtuose del Paese e quinta nella graduatoria di quelle appartenenti all’area del sud e delle isole. Peggio hanno fatto la Puglia (3,29%), la Calabria (2,90%) e la Campania (2,35%). I dati siciliani, mettono in luce le difficoltà economiche che molte imprese devono ancora affrontare per poter migliorare finanziariamente e proporsi come partner ideali per fare affari.

Nello specifico, il totale delle ditte individuali e società attive in Italia sono state classificate da CRIBIS sulla base della probabilità di generare insoluti commerciali nei 12 mesi successivi al momento della rilevazione, attraverso un modello originale che si basa su numerose variabili quali indici di bilancio, esperienze di pagamento, informazioni pregiudizievoli oltre, ovviamente, a informazioni anagrafiche e sulla forma giuridica, area geografica di appartenenza, dimensione e anzianità aziendale. A livello settoriale  è il comparto dei servizi finanziari a goder di maggior salute e ad avere la maggior percentuale (8,13%) di aziende CRIBIS Prime company sul totale delle aziende che lo compongono. Situazione opposta per quanto riguarda l’edilizia con una quota che precipita allo 0,57%. E’ invece la categoria delle grandi imprese ad avere la maggior incidenza di aziende best partner commerciali con una percentuale del 24,68%. Situazione opposta per le micro imprese con una percentuale che scende al 3,23%. Le small e le large rispettivamente invece hanno una quota del 9,37% e del 22,30%.   Questi dati mostrano la fragilità di molte imprese siciliane ma il trend che emerge dell’anno appena concluso ci fanno ben sperare, in quanto le aziende mostrano una riduzione dei ritardi. I miglioramenti  non devono però far dormire sugli allori. Bisogna continuare ad investire nella gestione del credito commerciale e saper individuare clienti e partner su cui investire .  

Articoli correlati