Aggredito nel parco archeologico da un branco di cani

Aggredito da un branco di cani al parco archeologico di Gela. È successo qualche giorno fa ad un uomo, dipendente comunale che si è ritrovato a condividere un piccolo spazio con sette cani agguerriti.

“Mi è andata bene fortunatamente”. Ha detto l’uomo, che ci ha raccontato come abbia avuto tanta paura, specie quando alcuni dei cani si sono avvicinati, ringhiato e addentato i pantaloni.

Non è un caso isolato quello verificato qualche giorno fa. Nel parco archeologico diverse volte avvistati dei randagi in gruppo che diventano pericolosi. Per un periodo il parco delle Mura di Timoleonte  è rimasto chiuso proprio per tale motivo.