Agricoltori in rivolta: da settimane senza acqua. A ore l’erogazione verrá ripristinata

Da settimane senza acqua nella piana di Gela, un gruppo di agricoltori si era radunato ai cancelli dell’ente gestore della diga Comunelli, da questa mattina, per reclamarne l’erogazione. Infatti a causa dei lavori di manutenzione della condotta di derivazione, serricoltori e coltivatori di carciofi non avevano potuto usufruire dell’acqua per irrigare le proprie colture, in un periodo siccitoso al punto tale da potere compromettere la raccolta.
Attorno ad un tavolo, oggi stesso, si sono riuniti il dirigente regionale del Servizio “Gestione Infrastrutture per le Acque”, Alfonso Casalicchio, l’assessore all’Agricoltura del Comune di Gela, Simone Siciliano, il Consorzio di Bonifica ed una rappresentanza di agricoltori. Casalicchio ha rassicurato che, dopo il nulla osta del Servizio “Pianificazione, Regolazione ed Uso delle Acque” della Regione Siciliana, sarà in grado nell’immediato di poter concedere le risorse idriche della diga Comunelli. È questo avverrà tra poche ore.
Soddisfazione è stata espressa dal vice sindaco di Gela, Simone Siciliano: “Con un lavoro sinergico e grazie alla semplificazione dei processi burocratici  viene data priorità alle esigenze primarie di un settore importante per la nostra economia”. Ha detto il vice sindaco. 

Articoli correlati