Agrigento: trascorsi 25 anni dalla visita Papa Giovanni Paolo II. Grande celebrazione

Il 9 maggio scorso  nella città dei Templi si è celebrato il 25° anniversario della visita dell’allora Papa Giovanni Paolo II. All’evento erano presenti tutti i vescovi della Sicilia, i parroci, le autorità civili e militari e i sindaci dei comuni siciliani. Tanti i momenti di emozione ricordando il Papa Santo. Lo stesso San Giovanni Paolo II si era recato ad Agrigento 25 anni fa per dare un messaggio diverso ai mafiosi, camorristi e delinquenti. Non poteva mancare alla ricorrenza il vescovo e cardinale di Agrigento Mons. Francesco Montenegro.

Mafioso non è soltanto chi uccide, ma anche chi collabora o è parte tacita. Oggi ricordiamo a costoro che con il loro agire si mettono fuori dalla Chiesa”. L’impegno del credente -ha detto Montenegro – è quello di vivere una vita coerente che affermi il messaggio della vittoria del bene”. 


Montenegro ha anche ribadito come Agrigento sia stata un importante “balcone” dal quale sono stati lanciati i messaggi di due papi, ovvero San Giovanni Paolo II e papa Francesco. 

“Tutti hanno guardato ad Agrigento quando venne Giovanni Paolo II e tutti sentirono la scossa di quelle parole, e da allora qualcosa è cambiata anche se sembra che nulla cambi. Lo stesso quando papa Francesco lanciò quel grido silenzioso sul mare per abbattere l’indifferenza. Questi due fatti devono rappresentare per gli agrigentini un impegno a trovare una completezza di vita.”

Un messaggio toccante e significativo quello di Mons. Montenegro che attraverso due righe ha espresso la grandezza interiore ed importante della fede cristiana,  trasmettendo parole di speranza, fede e carità.