Ai lavoratori della Turco il saldo di novembre. Sindacati: proseguiamo la strada del buon senso

 Entro 24 ore la Turco Costruzioni erogherà a tutti i lavoratori il saldo del mese di Novembre agli operai in protesta, oltre ad una parte di cassa edile e il  versamento dei contributi Inps ai fini pensionistici.

Lo hanno comunicato i segretari della Cgil Cisl e Uil, che I congiuntamente ai segretari della Fillea Cgil Filca Cisl e Feneal UIL continuano estrenuamente a rivendicare la ricollocazione dei 36 lavoratori.

“Abbiamo certezza che parte del personale è già stato contattato e noi insistiamo affinché venga contattato tutto.” Hanno detto i segretari Ignazio Giudice, Salvatore Gallo e Maurizio Castania, assieme ai segretari della  Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil  Franco Cosca, Franco Iudici e Dathan di Dio.

I segretari hanno preso atto dei licenziamenti della Turco presso la Prefettura e proprio lì hanno  chiesto alla società Turco di azzerare i licenziamenti , che sono passatida 42 a 36 dichiarazioni di esubero strutturale.

“Questa è la vertenza che nulla c’entra con altro, basta leggere i verbali della Prefettura e le presenze di tutti,  i sindacati. Noi proseguiamo per la strada del buon senso e della responsabilità per far recuperare ai lavoratori i diritti mancanti e l’occupazione. Il percorso è in salita ma non ci iscriviamo al coro di chi vuole solo distruggere perché in tempo di crisi mondiale ogni diritto recuperato è una conquista da rispettare.”