“AIDS. I know…I protect”: convegno al teatro Eschilo, informazione e prevenzione su HIV ed Epatite C

Si chiama “Meet, Test & Treat” ed è la campagna di diffusione di test rapidi e gratuiti in strada per la diagnosi di HIV ed Epatite C che la Croce Rossa Italiana e la sua agenzia per le tossicodipendenze Villa Maraini stanno portando avanti in tutto il paese e anche la città di Gela sarà coinvolta.

In Italia, circa un milione di persone è affetta da Epatite C e circa un terzo di quelle che hanno contratto l’HIV non ne è a conoscenza. Secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite sulle Droghe e il Crimine (UNODC), l’uso di droghe illecite continuerà ad aumentare fino al 25% entro il 2050.

In questi ultimi anni, la Croce Rossa ha raddoppiato il proprio impegno, sviluppando attività concrete nei territori, con un approccio volto alla tutela della persona e al superamento di qualsiasi stigma e pregiudizio.

È proprio alle persone in estrema marginalità sociale che è rivolta prioritariamente la campagna “Meet, Test & Treat”, al fine di individuare i soggetti che hanno contratto il virus, ma soprattutto per indirizzarli successivamente verso un percorso terapeutico che, nel caso dell’Epatite C, può portare alla completa guarigione.

In occasione della giornata mondiale contro l’ AIDS, per conoscere, prevenire, proteggersi e curare le malattie sessualmente trasmissibili, abbattere lo stigma e diffondere corretti stili di vita, soprattutto tra i giovani, domani, sabato 1° dicembre, la Croce Rossa di Gela organizza il convegno “AIDS. I know…I protect”, patrocinato dall’Ordine degli Psicologi della Sicilia, che si terrà alle 9:00, presso il teatro Eschilo.

Ospite d’onore dell’evento sarà il professor Massimo Barra, Fondatore di Villa Maraini e ideatore della campagna, membro della Commissione Permanente del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Presidente del Network Europeo sulle Malattie Infettive ERNA e Presidente della Partership on Substance Abuse, che terrà una Lectio Magistralis sulla campagna Meet Test and Treat e l’abbattimento dello stigma.

Relazioneranno Veronica Lo Cascio ed Emmanuel Foti, Tavolo Dipendenze CRI Sicilia, Lilia Granvillano, Neurologo e Direttore Sanitario CRI Gela, Carmelo Baretti, Infettivologo Gabrielle Di Franco, Direttrice della Casa Circondariale di Gela, Maria Vittoria Zaccagnini, Psicologo volontario network persone sieropositive e Armando Caravini, Presidente ArciGay Siracusa. Modererà il dibattito il giornalista Jerry Italia.

Nel pomeriggio, dalle 18:00 a mezzanotte, in piazza Salandra, i volontari CRI saranno a disposizione della popolazione per informare sui comportamenti cosiddetti a rischio contagio e facilitare il loro accesso a servizi e cure sanitarie.

Per chi volesse, inoltre, all’interno di un’ambulanza un’equipe CRI, formata da un medico, un infermiere, uno psicologo e volontari in grado di offrire supporto e consulenza, effettuerà uno screening rapido, gratuito, volontario e anonimo su HIV e Epatite C, il cui esito verrà comunicato immediatamente.