Al via da domani la rassegna Cento Sicilie ispirata da “Lutto e Luce” di Gesualdo Bufalino

Sarà inaugurata domani pomeriggio alle 17 la Rassegna Cento Sicilie a Messina presso il complesso monumentale del Monte di pietà. La rassegna prevede molti eventi culturali: libri, esposizioni, proiezioni, conversazioni attorno a tante voci e genialità del passato e della contemporaneità ispirandosi, per l’edizione 2015, al tema “Lutto e Luce” definizione della Sicilia di Gesualdo Bufalino per sottolineare le ombre e le piaghe dell’Isola ma anche le risorse e i punti di forza. L’evento è nato nel 2011 in sinergia con la Provincia Regionale di Messina dall’idea di creare un momento di omaggio e valorizzazione delle eccellenze siciliane in ambito artistico e letterario come patrimonio di riferimento ed eredità per la costruzione di un impegno per il presente, attraverso la declinazione dei tanti volti identitari dell’isola, con un ricco focus sulla realtà messinese tra tradizione e attualità. L’edizione avrà due nuclei centrali: gli incontri sui grandi siciliani( Luigi Pirandello, Vincenzo Consolo, Filippo Cianciafara, Nino Ferraù) e work-shop su temi culturali quali la comunicazione, l’editoria, il cine-turismo ,il marketing territoriale, imprenditoria, la gestione di eventi attrattori di economia per i territori, la riqualificazione delle periferie. Si confronteranno docenti, esperti, responsabili di enti ed istituzioni pubbliche e private, editori, direttori di festival, referenti progetti di marketing territoriali, giornalisti. L’iniziativa è curata da Milena Romeo per Cara beltà-Sicilia, da anni impegnata in progetti di valorizzazione e promozione della cultura siciliana. Tra i tanti appuntamenti, lunedì mattina l’omaggio a Francesco Foresta il giornalista palermitano, scomparso l’anno scorso e martedì un incontro su una notizia emersa in ambito scientifico e accademico con il ritrovamento di un testo inedito di un musical Luigi Pirandello.

In particolare la Rassegna “Cento Sicilie” edizione 2015 sarà caratterizzata da due aspetti principali: gli incontri sui grandi siciliani – Luigi Pirandello, Vincenzo Consolo, Filippo Cianciafara, Nino Ferraù – ed il workshop su temi culturali quali la comunicazione, l’editoria, il cine-turismo, l’imprenditoria, la riqualificazione delle periferie, la gestione di eventi quali elementi attrattori di economia per i territori. Nel corso delle giornate si confronteranno docenti, esperti, responsabili di Enti ed Istituzioni pubbliche e private, editori, direttori di festival, referenti di progetti di marketing territoriali e giornalisti. In programma anche incontri con gli autori di narrativa e videoproiezioni rare legate ai temi trattati.

L’inaugurazione avrà luogo al Monte di Pietà domani venerdì 25 settembre, ore 17, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni coinvolte e si snoderà per tutti i rimanenti giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19. All’interno della Rassegna è ospitata una mostra di giovani artisti dal titolo “Segni e sogni. Mostra di pittori post-simbolisti”, curata da Laura Mauro, che sarà fruibile dal 4 all’11 ottobre, tutti giorni con visite guidate gratuite per le scuole.

Nell’anno internazionale della Luce, proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la Rassegna “Lutti e Luce” sarà dedicata al giornalista palermitano recentemente scomparso Francesco Foresta, direttore della Rivista “I Love Sicilia” che ha regalato  in questi anni tanta Sicilia con le suo ombre e piaghe ma anche con le sue tante luci. Foresta si è spento prematuramente l’anno scorso lasciando la famiglia, la città che amava e una redazione che è sempre più motivata e alacre. Lunedi 28 settembre il nuovo direttore di “I Love Sicilia” sarà presente per rendere omaggio a Francesco Foresta. 

La Rassegna “Cento Sicilie”  è curata da Milena Romeo per “Cara Beltà-Sicilia”, da anni impegnata in progetti di valorizzazione e promozione della cultura siciliana che l’ha presentata stamani nel corso di una conferenza stampa.

Interventi e contributi:: Alberto Straci, Architetto (Gruppo 124 di Renzo Piano – Milano); Vincenzo Garofalo, deputato e vicepresidente Commissione Trasporti della Camera dei Deputati; Sergio Todesco, etno-antropologo, direttore della Biblioteca Regionale Siciliana; Amedeo Mallandrino, docente universitario Costruzioni marittime presso Università di Palermo; Francesco Pira, docente universitario Comunicazione e giornalismo presso Università di Messina.; Filippo Grasso, docente universitario, Analisi di mercato e Statistica Aziendale presso Università di Messina; Giuseppe Campione, già docente universitario e ex Presidente Regione Siciliana; Antonio Baglio, docente universitario Storia contemporanea presso Università di Messina; Antonio Cucinotta, già docente universitario Letteratura italiana presso Università di Messina; Giuseppe Amoroso, già docente universitario Letteratura Italiana presso Università di Messina; Lia Fava docente universitario Letteratura Italiana contemporanea presso LUMSA di Roma; Fabio Mazzeo, giornalista, Capo di Gabinetto Ministero della Salute a Roma; Fabio Granata, avvocato e deputato; Fabio Longo, responsabile pianificazione produzione Rai Gold; Carmelo Picciotto, presidente Confcommercio Messina; Elena Bonaccorsi, copywriter e esperta in progetti di marketing territoriale; Annamaria Crisafulli, docente e giornalista letterario; Sergio Palumbo, giornalista e critico letterario; Sergio Di Giacomo, giornalista e coordinatore Associazione Antonello da Messina; Giuseppe Ruggeri, giornalista e autore; Salvatore Presti, assessore alla Cultura del Comune di Milazzo; Franz Riccobono, storico del Territorio; Fulvia Toscano, docente, presidente Rassegna Naxoslegge; Giuseppina Napoli, direttrice MACS Catania; Lucio Falcone, editore; Renato Magistro, editore; Marco Pomar, autore; Ninni Panzera, avvocato e segretario generale Festival del Cinema di Taormina; Nino Genovese, critico cinematografico; Nino Sarica docente e giornalista; Gianni Di Giacomo, attore; Elena Grasso, attrice; Mauro Curcuruto: referente FareInnovazione; Fabio Bruno, Giuseppe Arrigo e Marcello Perone, referenti Startup Messina; Rocco Crimi, presidente Fondazione Crimi; Mariella Paladini, presidente Archeoclub-Messina; Lino Morgante, presidente Fondazione Bonino-Pulejo; Martino Taviano, presidente Circolo Il Sole; Giuseppe Filistad, presidente Art Promotion Taormina; Andrea Chiarello Pruiti, consigliere Fondazione Piccolo di Calanovella; Carla Fortino, Rettore Istituto Superiore “S. Ignazio”; Maria Muscherà, dirigente scolastico Istituto Superiore “Antonello”; Pina Dalatri, docente. 

PROGRAMMA

Venerdì 25 settembre 

h 17:00 – Saluti Rappresentanti delle Istituzioni regionali, provinciali e comunali coinvolte e partners: Sergio Todesco, Andrea Chiarello Pruiti, Rocco Crimi, Carmelo Picciotto, Mariella Paladini, Martino Taviano, Annamaria Crisafulli, Giuseppe Filistad, Carla Fortino, Maria Muscherà. Isola e isolamenti – Incontro – Fretum Siciliae. Messina e lo Stretto delle meraviglie – Dallo Stretto indispensabile alla riqualificazione urbanistica delle periferie. Con Vincenzo Garofalo, Alberto Straci, Franz Riccobono, Nino Sarica, Elena Bonaccorsi. Contributo video Giuseppe Campione.

Sabato 26 settembre

h 10:00 – Cahier de Sicilie – Workshop – Identità culturale e narrazioni, testimonianze di editori siciliani. Con Sergio Todesco, Renato Magistro, Lucio Falcone.

h 12:00 – Libri – “C’è tempo. Storie che non scadono” di Marco Pomar (ed. Leima Palermo). Interviene l’autore.

h. 17:00 – Cinesicilia – Workshop con critici e responsabili rassegne cinematografiche – La Sicilia come set cinematografico – Cineturismo. Con Ninni Panzera, Nino Genovese, Fabio Longo. Proiezione “Il cinema sopra Taormina” di Ninni Panzera, montaggio Fabio Schifilliti.

Lunedi 28 settembre 

h 10:30 – Cahier de Sicilie – Incontro – Dentro la Sicilia e oltre – Comunicare Identità. Con giornalisti, docenti di comunicazione e di turismo: Francesco Pira, Fabio Mazzeo, Filippo Grasso. Omaggio a Francesco Foresta. L’uomo che ci ha raccontato i lutti e le luci della Sicilia. Interviene Donata Agnello, direttore rivista I love Sicilia, moglie del giornalista scomparso.

h 17:00 – Workshop – Incontro con responsabili di istituzioni culturali siciliane – Quando cultura e turismo muovono le economie dei territori. Con Fabio Granata, Carmelo Picciotto. Arti visive – Fucine creative Contemporanee. Con Fulvia Toscano, Giuseppina Napoli. Percorsi di progettazione e start –up in ambito culturale. Mauro Curcuruto: referente FareInnovazione. Fabio Bruno, Giuseppe Arrigo e Marcello Perone: referenti Startup Messina. 

Martedi 29 settembre 

h 10:00 – Gattopardi e grandi siciliani – “Luigi Pirandello e il musical ritrovato”. Con Lia Fava. Un incontro che analizzerà l’importanza scientifica ed accademica del ritrovamento di un testo inedito di Luigi Pirandello nel fondo dell’agente letterario Gherson, dal titolo “Just like that” (“Proprio così”, la cui prima versione è in francese), opera che doveva andare in scena a Broadway e diventare una commedia musicale per il cinema. 

h 11:00 – Una intensa pagina della a lirica novecentesca siciliana. Le parole ritrovate di Nino Ferraù

a cura di Antonio Baglio. Intervento di Cosimo Cucinotta.

h 17:00 – Gattopardi e grandi siciliani – Incontro e video-intervista – Vincenzo Consolo “Scrittore alchemico”. Con Sergio Palumbo. Conduce Giuseppe Ruggeri. Proiezione intervista con Vincenzo Consolo in occasione del Premio Strega vinto dalla scrittore con “Nottetempo, casa per casa” nel 1992 e un video sul cofanetto “L’intellettuale al caffè” con brani di interviste a Sciascia, Consolo, Bufalino e Buttitta tratti da un programma Rai di Lortedana Casicia e Sergio Palumbo. Letture di Gianni Di Giacomo e Elena Grasso – Presentazione Monografia su Vincenzo Consolo – Quaderno Antonelliano. Con Sergio Di Giacomo e Pina D’Alatri.

Mercoldi 30 settembre 

h 10:00 – Gattopardi e grandi siciliani – Incontro/testimonianza – Filippo Cianciafara: “I Cugini sono tre: Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Filippo Cianciafara, Lucio Piccolo”. Con Amedeo Mallandrino. Intervento di Salvatore Presti

h 17:00 – Libri – Rina Pandolfo, “Lettera a Matteo Mendez” (ed. Bastogi). Con Annamaria Crisafulli. Intervento di Giuseppe Amoroso. Sarà presente l’autrice.