Al via “Home Care Premium”, prevista assistenza per 120 anziani e disabili

Presentato stamattina l’ “Home Care Premium 2014”, un progetto rivolto agli anziani e alle famiglie con soggetti e minori affetti da disabilità, che permette di accedere ai fondi Inps per ricevere assistenza. L’iniziativa, a cui hanno aderito i Comuni del Distretto Sociosanitario D9 e quindi Gela, Mazzarino, Niscemi e Butera, ha visto già l’adesione di un centinaio di persone, che ne hanno fatto richiesta entro i termini di scadenza previsti, grazie anche al lavoro di informazione capillare su tutto il territorio condotto dagli operatori. Dopo aver analizzato la situazione economica e i bisogni degli utenti, si è provveduto lo scorso primo maggio a far partire il servizio. Il progetto ha previsto nello specifico l’erogazione alle famiglie di un contributo da parte dell’Inps destinato al mantenimento di un’assistenza domestica. Un’altra parte dei fondi, invece, è andata alla cooperativa sociale “Nido d’argento” di Partinico, aggiudicataria dell’appalto, alla quale spetta il compito di inviare personale esperto e di fiducia agli utenti a cui è rivolto il servizio. “Sicuramente un buon risultato – ha affermato Francesca Fausciana, assistente sociale e responsabile del progetto – come cooperativa ad oggi abbiamo assunto venticinque persone e le famiglie ne hanno assunte altre trentacinque grazie ai contributi diretti dell’Inps. Un doppio risultato, dunque, da un lato garantiamo un servizio di assistenza a chi ne ha bisogno e dall’altro abbiamo creato e creeremo nuovi posti di lavoro”. A giugno, intanto, si raggiungerà il numero massimo di utenti, centoventi, a cui è rivolto il servizio previsto dall’Inps. Il progetto terminerà il prossimo 30 novembre.