Al via il carnevale niscemese, tra carri e sfilate: tanti i turisti

È stato un inizio alla grande il “Carnevale niscemese 2017” dedicato al “Quinto ritorno di Peppe Nappa”, il leggendario personaggio protagonista di antichi racconti che hanno fatto sempre divertire intere generazioni di bambini e simbolo del Carnevale locale.
La prima sfilata dei gruppi in maschera e dei carri allegorici, colorata di coriandoli e costumi fiabeschi, allegri, del suggestivo west, originali, d’epoca e di vario genere, ha avuto inizio domenica pomeriggio da Largo Spasimo (Marinnuzza) ed è stata caratterizzata da un clima di vera e propria festa popolare, di allegria, sano divertimento e di rilancio turistico.
Obiettivo che l’Amministrazione comunale diretta dal sindaco Francesco La Rosa, attraverso l’assessorato al turismo e spettacolo presieduto da Valentina Spinello, nonostante le magre risorse finanziarie delle casse comunali, ha ugualmente raggiunto stimolando l’aggregazione e la collaborazione della cittadinanza attiva e volenterosa,  nonché la compartecipazione ed il coinvolgimento del terzo settore e fino al punto di essere riuscita incredibilmente con circa 6 mila euro, necessari per la copertura delle sole spese vive, ad organizzare il Carnevale niscemese.
E’ stata preziosa e fondamentale in tal senso, la collaborazione delle scuole di ballo, delle associazioni e gruppi di cittadini che coordinati dal fabbro Totò Buscemi, hanno contribuito con tantissima passione e spirito di volontariato, a realizzare complessivamente sette carri allegorici, intitolati “Bollywood  (realizzato dall’associazione di danza sportiva Top dance); Alice nel paese delle meraviglie (creato da Franco Cannia e Vincenzo Pitrolo in collaborazione con l’associazione di danza sportiva One free time center); C’era una volta il west (costruito dalle associazioni Santa Maria, Tiger school e con la partecipazione dell’associazione sportiva Twirling e della scuola dell’infanzia Snoopy); Watsapp e le emoticool (realizzato dall’associazione di danza sportiva Dance cool); I figli dei fiori (a cura di Rosario Di Corrado, Giuseppe Di Corrado, Gandolfo Virga e con la partecipazione dell’associazione ginnastica artistica); La ripresa per l’ano nuovo (creato con satira politica ed ironia pungente dal fabbro Totò Buscemi, con la partecipazione dell’associazione di danza sportiva Dance 2000);  Willy Wonka e la fabbrica dei sorrisi (creato dall’associazione genitori di soggetti diversamente abili con la partecipazione del Centro di aggregazione ed azione sociale).
La prima sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera, spettacolare, si è svolta  ieri pomeriggio da Largo Spasimo lungo le vie  Ponte Olivo, Pirandello, Samperi, XX Settembre e si è conclusa in piazza Vittorio Emanuele con attività di animazioni e balli a cura delle associazioni di danza sportiva.
Il Carnevale niscemese proseguirà sabato 25 febbraio, domenica 26, lunedì 27 e martedì 28 febbraio con altre sfilate di carri allegorici, concorsi in maschera, serate danzanti, coriandoli e tantissima allegria.