Al via la nona edizione del Festival del Golfo. Ecco le novità

È diventato un appuntamento fisso di fine estate della città di Gela, il Festival del Golfo. Arrivata alla sua nona edizione,  la manifestazione canora si terrà sabato giorno 5 settembre. Una sola serata, nella quale si esibiranno giovani promesse del canto regionale, che nella passata edizione ha decretato come vincitore il gelese Cristian Sciascia. Organizzato dell’associazione SiFaSolMusica, il festival nella edizione di quest’anno ritornerà a piazza Roma. Direttore artistico dell’evento ancora volta è Gaetano Lorefice, ideatore dell’evento,  che anno dopo anno ha confermato un pubblico sempre più numeroso. Tante le novità, a cominciare dalla location. “Abbiamo scelto di ritornare, dopo due anni, a  piazza Roma perchè lontana dal traffico, e molto più adatta per la una manifestazione canora. Lo spazio anitstante della chiesa Madre, dove il festival si è tenuto lo scorso anno, era molto dispersivo”. Ha affermato Lorefice. Altra importante novità riguarda i presentatori. Riconfermato Massimiliano Castellana, ma quest`’anno ad accompagnarlo sul palco non sarà più  Monica Bevelacqua M a la cantante Giuliana Fraglica, che si cimenterà nel nuovo ruolo di presentatrice. Quindi si scioglie, la coppia vincente Castellana-Bevelacqua, che ha  sempre mostrato una grande professionalità e grande capacità di intrattenimento del pubblico. Ma l’attrice e presentatrice non ha rinunciato al Festival. La Bevelacqua ha deciso di non presentare, ma ha dato una grande contributo all’organizzazione del Festival di quest’anno. La formula della manifestazione sarà sempre quella: due categorie di cantanti divise in giovani e bambini. Tredici saranno i cantanti che si esibiranno nella categoria giovani, e sei in quella dei bambini. Anche quest’anno le esibizioni canore saranno accompagnate da una band che suonerà dal vivo. La premiazione del vincitore avverrà nella stessa serata di sabato. “Il festival -ha detto Gaetano Lorefice – quest’anno si svolgerà in un’unica serata, in quanto sono mancati i contributi da parte dell’amministrazione”. Quindi un Festival finanziato totalmente con fondi privati. “Abbiamo deciso, nonostante le difficoltà finanziarie, di non interrompere il festival”. Ha detto Lorefice. Dare continuità al festival, è stato l’obiettivo degli organizzatori. “Sarebbe stato un peccato – ha detto Monica Bevelacqua – interrompere un evento che è entrato a far parte del costume della città”.

Articoli correlati