Al via l’acquisto del corredo scolastico. La campanella in Sicilia suonerà il 14 settembre. Ecco il calendario scolastico

Mentre ieri il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli ha espresso la sua volontà di portare l’obbligo scolastico a 18 anni “perché un’economia come la nostra, che vuole davvero puntare su crescita e benessere, deve puntare sull’economia e sulla società della conoscenza “,  mamme e papà sono alle prese con l’acquisto del corredo scolastico per i propri figli studenti.

Diari, astucci, zaini, penne e matite già invadono i nostri negozi e i nostri supermercati. Si va dai diari e zaini low cost a quelli griffatissimi con le marche del momento, sempre più richieste dai giovanissimi. In base alle prime stime dell’associazione, per il corredo scolastico (penne, diari, quaderni, zaini, astucci, ecc.) i prezzi al dettaglio, rispetto al 2016 e dopo un biennio di sostanziale stabilità dei listini, registrano quest’anno un incremento medio del 2,5%, con punte del +3,9% per gli zainetti griffati.

Per la prima volta, dunque, la spesa per il materiale scolastico sfonderà la soglia dei 500 euro a studente, raggiungendo durante l’anno scolastico 2017/2018 quota 511 euro a studente su base annua, cui va aggiunto il costo per libri di testo, altra voce che inciderà pesantemente sui portafogli delle famiglie italiane, variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola.

In Sicilia le lezioni inizieranno il 14 settembre e si concluderanno il 9 giugno. Le vancanze di Natale saranno dal 22 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, quelle di Pasqua dal 29 marzo al 3 aprile 2018. A parte i ponti e le chiusure del primo novembre, dell’8 dicembre, del 25 aprile (Festa della Liberazione), del 1 maggio (Festa del Lavoro) e il 2 giugno (Festa della Repubblica), in Sicilia le scuole rimarranno chiuse anche per la Festa dell’autonomia siciliana che è il 15 maggio.