Al via le prove scritte per 234 aspiranti avvocati della provincia nissena e ennese

Stamani, domani e dopodomani al PalaCarelli di via Rochester a Caltanissetta si terranno le tre prove scritte per l’esame di abilitazione di avvocato.

Sono 234 i candidati provenienti dal distretto giudiziario della Corte d’Appello, che comprende Gela e Caltanissetta.

La prima prova stamani è iniziata alle 8:30 e ogni giornata sarà dedicata alla redazione di un atto su i tracce dettate  dalla commissione esaminatrice presieduta dall’avvocato Raffaele Palermo. Vice presidente l’avvocato Filippo Rampulla.

Nella commissione gli avvocati Alessandro Faraci di Enna, Filippo Incarbone di Gela, Roberto Di Maria, docente dell’Univerità La Kore di Enna, il presidente del Tribunale per i Minori di Caltanissetta Antonino Porracciolo. Tra i supplenti gli avvocati Giuseppe Materazzo di Enna e Nicoletta Cauchi di Gela, il magistrato Ettore Stancanelli del Tribunale di Enna e la docente della Kore Agata Maria Ciavola

Ogni anno tantissimi praticanti si cimentano nello svolgimento delle tre prove scritte, per ottenere l’abilitazione alla pratica forense. Questo doveva essere l’anno in cui sarebbero dovute entrare in vigore le nuove regole della riforma forense.

Le novità avrebbero reso lo svolgimento dell’esame scritto decisamente più difficile. L’obiettivo è infatti quello di monitorare le correzioni degli scritti. Ciò perchè in molti casi ci sono state delle anomalie e perplessità tra i candidati, che hanno sollevato non poche polemiche per la mancata ammissione all’orale. L’attuazione della riforma forense è stata però prorogata di 2 anni, consentendo così anche ai candidati di quest’anno di seguire l’esame secondo le vecchie regole.