Al via “Mimosa. Riflessioni per immagini”.

Un percorso fatto di immagini, istallazioni, videoproiezioni e teatro, per affrontare la complessa questione femminile senza cadere nella banalità e nel sessismo al contrario. Si tratta di “Mimosa. Riflessioni per immagini”, evento che si svolgerà il 7 e l’8 marzo dalle ore 18:00 alle ore 24:00, presso il Palazzo Russello, aperto per l’occasione. Organizzato dalla Cgil Gela, con la collaborazione creativa di Rocco Cuvato, Francesco Trainito e Giorgia Turco, l’evento mira ad essere un momento di riflessione sugli sterotipi femminili. “Si tratta – ha detto Giorgia Turco – di un’iniziativa all’insegna dei linguaggi contemporanei, provocatori e stimolanti, che ha l’obiettivo di riflessione su come l’immagine della donna sia cambiata nel tempo, e di come i media, in particolare, abbiano influenzato l’affermarsi di stereotipi femminili, nel tempo sempre diversi”. Un percorso alternativo sulla “evoluzione” della donna tra 43 immagini, tratte dalla pubblicità dagli anni ’50 ai nostri giorni. “Le immagini saranno accompagnate – ha riferito Giorgia Turco – da pannelli con didascalie. Si passa da donne, angeli del focolaio domestico, dall’aspetto decoroso, immagini diffuse negli anni ’50, a donne contemporanee, quasi inglobate nell’oggetto che rappresentano, in cui l’aspetto fisico e la nudità diventa preponderante”. Le immagini faranno da stimolo a domande, considerazioni, idee e discussioni. “Nonostante tanto sia stato ottenuto a livello di parità con gli uomini, ancora il cammino è lungo, ma quello che viene fuori oggi è una più aggressiva, in competizione con l’altro sesso. Le immagini riveleranno anche uomini contemporanei indeboliti e femminilizzati.”, ha sottolineato Giorgia Turco. La preparazione dell’evento è stata accompagnata da un’iniziativa singolare, a cui hanno partecipato i commercianti della città. Nei vari punti vendita sono stati distribuiti dei raccoglitori in cui uomini e donne della città, hanno potuto inserire dei biglietti, con libera descrizione delle qualità che si cercano nel compagno o compagna ideale. “Tutti i bigliettini – ha affermato Giorgia – verranno affissi su un grande tabellone, allestito per l’evento. Una visione trasversale tra uomini e donne. Devo ringraziare i commercianti della città per la disponibilità che hanno mostrato nei confronti di questa iniziativa”. L’evento sarà ripreso dal nostro giornale, che si occuperà anche della parte video delle due serate. La Cgil si soffermerà su un problema sommerso della nostra città e che riguarda la segregazione, la violenza , la discriminazione. Grazie alla sensibilità di Martina Libertà, vi sarà una performance dedicata al tema della violenza domestica, a quel “tetto di cristallo” che schiaccia molte donne nel mondo e, seppur ancora sia un tabù, proprio nella nostra città. Per l’occasione verranno lette poesie e brani inediti della scrittrice.

Tagged with: