Al via oggi la “rigenerazione” dei Bagni Greci, già sostituite le tabelle grafiche

Ha preso  il via stamani l’iniziativa  di rigenerazione urbana “volontari per un giorno” , organizzata dalla Casa del Volontariato, Social Cohetion Factory. Cittadini e minori migranti a rigenerare i Bagni Greci di Caposoprano, unico esempio di Terme greche  risalenti al IV secolo a.c. in Sicilia.
 Una vera e propria sfida sociale come la definiscono agli organizzatori per diversi motivi. Il primo motivo è di tipo sociale, perché questa esperienza permetterà a singoli cittadini di sperimentare cosa significa la parola Volontariato, che è dono gratuito; il secondo motivo è di tipo educativo perché insieme ai cittadini ed ai volontari gelesi ci saranno minori stranieri non accompagnati provenienti dal Bangladesh, dall’Egitto, dal Gambia, dal Camerun, dalla Costa D’Avorio, dal Senegal e dall’Eritrea a prendersi cura anche loro del nostro patrimonio archeologico; il terzo motivo è di tipo politico perché la giornata ha lo scopo di chiedere alle amministrazioni locali di fare rete insieme ai cittadini, così come stanno già facendo le associazioni da un decennio e costruire patti di collaborazione per rendere permanente la pulizia dei siti archeologica della città. Gia è si è provveduto alla installazione delle nuove tabelle grafiche presso il sito delle terme archeologiche di caposoprano. 
La “Rigenerazione”del sito continua oggi con la verniciatura della ringhiera di protezione, il taglio dell’erba e la realizzazione di una piccola aiuola con fiori e piante ornamentali. Lo scopo è quello di ridare lustro ad una zona abbondanata, senza intenzione di sostituirsi all’amministrazione ma solo con qulleo di rendere la cittadianza attiva. L’iniziativa fa parte della manifestazione culturale  Primavera dell’Arte. 

Articoli correlati