Al via oggi la “rigenerazione” dei Bagni Greci, già sostituite le tabelle grafiche

Ha preso  il via stamani l’iniziativa  di rigenerazione urbana “volontari per un giorno” , organizzata dalla Casa del Volontariato, Social Cohetion Factory. Cittadini e minori migranti a rigenerare i Bagni Greci di Caposoprano, unico esempio di Terme greche  risalenti al IV secolo a.c. in Sicilia.
 Una vera e propria sfida sociale come la definiscono agli organizzatori per diversi motivi. Il primo motivo è di tipo sociale, perché questa esperienza permetterà a singoli cittadini di sperimentare cosa significa la parola Volontariato, che è dono gratuito; il secondo motivo è di tipo educativo perché insieme ai cittadini ed ai volontari gelesi ci saranno minori stranieri non accompagnati provenienti dal Bangladesh, dall’Egitto, dal Gambia, dal Camerun, dalla Costa D’Avorio, dal Senegal e dall’Eritrea a prendersi cura anche loro del nostro patrimonio archeologico; il terzo motivo è di tipo politico perché la giornata ha lo scopo di chiedere alle amministrazioni locali di fare rete insieme ai cittadini, così come stanno già facendo le associazioni da un decennio e costruire patti di collaborazione per rendere permanente la pulizia dei siti archeologica della città. Gia è si è provveduto alla installazione delle nuove tabelle grafiche presso il sito delle terme archeologiche di caposoprano. 
La “Rigenerazione”del sito continua oggi con la verniciatura della ringhiera di protezione, il taglio dell’erba e la realizzazione di una piccola aiuola con fiori e piante ornamentali. Lo scopo è quello di ridare lustro ad una zona abbondanata, senza intenzione di sostituirsi all’amministrazione ma solo con qulleo di rendere la cittadianza attiva. L’iniziativa fa parte della manifestazione culturale  Primavera dell’Arte.