Al via “Versi di luce”: il cinema d’autore a Gela

Corti di fiction per la prima serata del festival internazionale di cinema e poesia “Versi di luce”. Nato dieci anni fa a Modica e approdato a Gela per il quarto anno consecutivo, l’evento ha permesso di portare in città il grande cinema d’autore.

A essere proiettata e sottoposta al giudizio di tre giurie, quella di esperti, di giornalisti e popolare, una selezione attenta di audiovisivi provenienti da tutte le parti del mondo: Italia, Spagna, Argentina, Brasile, Regno Unito e Iran, per citarne alcuni.

Tante le tematiche affrontate dai corti, dalla guerra all’intelligenza umana, dalla morte alla politica. Video che hanno acceso il dibattito fra i presenti, i quali hanno avuto il piacere di esprimere preferenze e disapprovazioni. Due ore e mezza arricchite anche da un momento volto a celebrare la figura di Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura, figura che avvicina tra l’altro le città di Modica, luogo di nascita del poeta e Gela, terra che lo ospitò nella sua infanzia.

Presenti alcuni appassionati di cinema d’autore e i cittadini che hanno accolto con piacere questo evento di carattere internazionale, assenti molti altri. Gli appuntamenti intanto non finiscono qui. Stasera, a partire dalle 19:00, nella galleria del Civico 111 in via Senatore Damaggio n.111 verranno proiettati i videoclip, videopoesia e videoarte che gli spettatori potranno valutare attraverso delle apposite schede ed sprimendo un voto da uno a dieci.

Mercoledì 21 marzo invece serata conclusiva, in occasione della Giornata mondiale della poesia, sempre alle 19:00 in chiesa San Giovanni. A presentare il festival la giornalista Daniela Pellegrino, che all’inizio ha chiamato accanto a sé per fare gli onori di casa Elio Cassarino, presidente del Circolo Stella Maris, Paolo Scicolone della Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Gela e Rosario Prudenti di Renovatio, fra i principali organizzatori dell’iniziativa.