Alma-Scerra-Nassi e il Gela Calcio vola!

Domenica pomeriggio che poteva consegnare la tanto desiderata promozione in Serie D, ma così purtroppo non è stato come la maggior parte degli addetti ai lavori avevano previsto: la Libertas, ultima in classifica, non compie l’impresa quantomeno di stoppare la Sancataldese che vince facilmente e nettamente per 4-0 e rimane ancorata in seconda posizione a cinque lunghezze dal Gela Calcio che invece al “Vincenzo Presti” ha affrontato il più impegnativo Castelbuono, formazione che milita in piena zona play-off. I biancoazzurri di mister Brucculeri vincono per 3-0 una partita senza storia che ha visto una sola squadra in campo: la Polisportiva Castelbuono infatti per tutto l’arco del match ha effettuato soltanto due tiri che non hanno impegnato Pandolfo. Al grido della Curva “Vinciamo questo campionato!” la formazione gelese ha attaccato a testa bassa per tutto l’arco del match asfissiando la retroguardia avversaria e non concedendo neanche una ripartenza degna di nota. Anche se i primi tentativi di Mincica, Nassi, Scerra terminano a lato o sono parati dall’estremo difensore avversario, così non si può dire della manovra combinata dal colpo di tacco di Nassi per Russo che solo davanti il portiere appoggia il gol del vantaggio sui piedi di Alma per il più semplice dei tap-in. La partita a questo punto si mette sui binari giusti e il Gela Calcio approfitta del momento di difficoltà degli avversari infilando pochi minuti più tardi il raddoppio con Scerra abile a sfruttare un assist di bomber Nassi. Sul finale di primo tempo Nassi si sveste dei panni di assist-man e indossa l’abito che più gli è consono, l’abito del bomber, e, presentatosi davanti la porta, firma il 3-0 mettendo a sedere con una finta prima il portiere avversario ed in seguito il difensore accorso in un tackle disperato. La seconda frazione di gioco non ha visto particolari emozioni: il Gela ha provato timidamente a cercare qualche altra rete, invece il Castelbuono ha provato a limitare i danni evitando il pesante passivo. A capitan Bonaffini e compagni, al presidente Tuccio, all’intera città di Gela manca davvero poco per tornare su palcoscenici degni di nota, per vincere questo campionato ed ottenere così la tanto attesa promozione: ai biancoazzuri basterà vincere la prossima settimana in casa del Dattilo, terzo in classifica, un campo difficile su cui sarà obbligatorio fare punti per ottenere la certezza matematica della Serie D.