Alunni Majorana: il Gef Sanremo esperienza unica che difficilmente dimenticheremo

Il GEf Sanremo un’esperienza unica che difficilmente dimenticheremo. Ecco i momenti della vittoria per gli alunni del Majorana

Sono stati grandiosi i risultati ottenuti dagli studenti del liceo artistico Ettore Majorana di Gela che sono stati ammessi alle finali del GEF, il festival Internazionale della creatività studentesca, tenutosi a Sanremo dal 4 al 6 Maggio.

Gli alunni del Majorana, diretto dalla dirigente Mirella Di Silvestre, sono riusciti a distinguersi anche questa volta, partecipando al festival in ben quattro categorie: moda, teatro, pittura e cinema. Ad aggiudicarsi il delfino d’argento, massimo riconoscimento, un video realizzato dai ragazzi sul tema del cyberbullismo, non passando inosservato all’attentata giuria sanremese, che ha mostrato particolari elogi e apprezzamenti per il contenuto educativo e comunicativo del video e per l’elevata capacità tecnica con il quale è stato realizzato.

Premiata anche la sezione pittura con una menzione speciale all’alunno Giovanbattista Di Dio, acrilico su tela che ha affrontato il tema dei “nonni” , immortalando un anziano di spalle che contempla ed ammira il paesaggio siciliano, evidenziato da colori e forme tipiche della nostra terra. Le opere sono state esposte per tutta la durata del festival all’interno del teatro Ariston di Sanremo.


Ed è proprio sul palco dell’Ariston, che le dieci alunne dell’istituto hanno avuto l’emozione di sfilare i loro capolavori realizzati interamente a mano. Dieci gli abiti in passerella, progettati sotto un unico e grande tema: Geometricamente Moda. Un’esplosione di lucentezza, forme, colori, stoffe che non sono sicuramente passate inosservate all’attentato pubblico in sala che ha risposto con numerosi applausi ed apprezzamenti durante la sfilata.

Altrettanti elogi per i cinque studenti-attori saliti sul palco del teatro del casinò di Sanremo. Ad essere portati in scena un monologo dedicato alla violenza sulle donne, recitato dall’alunna Alessandra Di Stefano, e uno spettacolo inedito dal titolo “Da Shakespeare a Pirandello:vivere o morire?” interpretato da: Graziano Amato, Lucia Ardore, Isaac Dellaria e Martina Mendola. Gli alunni seguiti dalla professoressa Sonia Madonia hanno rielaborato due classici della letteratura inglese e italiana facendo prender vita ai personaggi di Amleto e Mattia Pascal, impegnati in un confronto e profondo dialogo che ripercorre i tratti della poetica di Pirandello e Shakespeare.


Anche in questo caso, numerosi gli applausi, accompagnati da una lunga standing ovation, hanno gratificato gli alunni e il duro lavoro che ha permesso un così lusinghiero traguardo. Durante i quattro giorni di manifestazioni gli alunni del liceo artistico si sono confrontati con altri studenti provenienti da tutto il mondo, ma ancora una volta grazie al loro estro e alla loro creatività sono riusciti a mostrare i risultati di una preparazione durata diversi mesi.

A seguire con attenzione gli alunni in tutte le fasi di realizzazione delle opere le professoresse Sonia Madonia e Debora Mangiavillano e le professoresse Rosa Barranco, Patrizia Lanzafame e Rosanna Leonardi. “È stata un’esperienza unica -dice l’alunno Graziano Amato – che difficilmente dimenticheremo. Sicuramente un’occasione di confronto ma soprattutto di grande crescita. È stato bello ed emozionante raccogliere i frutti di un lungo lavoro, ed è stato suggestivo calcare le scene di un palco così famoso che ha ospitato grandi personalità dello spettacolo.

“Non possiamo far altro che ringraziare il nostro dirigente scolastico – afferma l’alunno Graziano Amato – che ci ha dato l’opportunitá di partecipare ad una manifestazione di tale entità ed importanza, e siamo felicissimi di aver portato in alto il nome della nostra città e del nostro Istituto, ottenendo riconoscimenti degni di nota.

Non resta che mettersi già a lavoro per la prossima edizione del GEF Sanremo, il festival mondiale della creatività studentesca.