Alunni ungheresi a Gela, ospitati dagli studenti del Verga per il progetto Erasmus KA2 “Cogito Ergo Sum”

Sono 10 gli alunni provenienti dall’Ungheria che sono stati accolti dagli studenti dell’Istituto Verga, e dalle loro famiglie. Si tratta dello scambio culturale e mobilità del Progetto Erasmus KA2 “Cogito Ergo Sum” che è entrato nel vivo,  e ha come partner l’Istituto retto dal dirigente Viviana Aldisio e gli alunni delle scuole di I grado provenienti da Polonia, Ungheria e Turchia.

Il principale obiettivo del progetto è aiutare gli alunni nel processo di adattamento a un mondo in costante cambiamento, superando i pregiudizi nei confronti delle altre culture e di chi è visibilmente differente. Il focus è pertanto sui temi della tolleranza, dell’empatia e di una migliore comunicazione.

Un altro aspetto rilevante del progetto, che utilizzerà l’inglese come lingua veicolare, è lo sviluppo di competenze linguistiche e l’utilizzo delle conoscenze digitali.

Il progetto, approvato la scorsa estate, è già attivo dal mese di settembre e molte le attività già realizzate e quelle in programma per i prossimi mesi.

Lo scorso Novembre, una nostra delegazione del Verga si è recata  a Varsavia per il primo incontro internazionale fra i referenti dei vari Paesi . In questa occasione docenti e la dirigente hanno potuto incontrare di persona gli insegnanti con cui già da un anno sono avviati rapporti di contatto e collaborazione.

 

Dal mese di Dicembre gli studenti hanno iniziato gli scambi via skype e attraverso email.

 

Durante la permanenza degli ospiti ungheresi, dall’8 al 12 aprile, l’Istituto ha organizzato una serie di attività e iniziative in linea con gli obiettivi del progetto che contemplano attività di classe e laboratori ali sui pregiudizi, genetica, manipolazione, ceramica, attività di drammatizzazione e visite guidate per la conoscenza del nostro territorio.

Oggi 9 aprile, si entrerà nel vivo delle attività, per chiudere giovedì 12 con una festa di saluto.