Amici a 4 zampe…prendiamoli sempre sul serio!

Tutti coloro che vivono intensamente il rapporto col proprio cane e conoscono il bellissimo scambio di amore che naturalmente si crea, posseggono un tesoro. Un legame prezioso, così profondo, così puro, da alimentare con l’affetto e da educare con le buone regole ma soprattutto, da curare e proteggere ogni giorno.

Un cane ci chiede soltanto un po’ di attenzione, con quello sguardo dolce d’attesa… e ci regala incondizionatamente la sua fedeltà e tutto il suo amore. Secondo una ricerca scientifica, la misteriosa alchimia tra il cane e il suo padrone potrebbe dipendere dall’ossitocina, l’ormone della socialità tra le specie, detto anche “ormone dell’amore”.

Stando ai risultati di uno studio recentemente realizzato in Giappone, basterebbe uno sguardo tra quadrupede e padrone a far innalzare in entrambi i livelli di questo ormone, in modo particolare durante le attività di gioco. In poche parole, basta un contatto visivo prolungato con l’amato cane, ed è subito amore!

 Per chi sa apprezzare le cose più belle che la vita possa offrire, avere un amico a 4 zampe è un privilegio. Ma per chi prende questo impegno con leggerezza, senza coscienza, avere un animale domestico diventa soltanto un gioco a tempo, un passatempo stagionale che spesso sfocia nell’orribile fenomeno dell’abbandono.

L’abbandono è un reato: Ogni anno in Italia, il fenomeno dell’abbandono raggiunge cifre sconvolgenti. L’abbandono può essere fermato soltanto costruendo una coscienza civica, partendo proprio dalla diffusione di dati allarmanti

Chi non ha mai posseduto un cane non sa cosa significhi essere amati.”

Arthur Schopenhauer

L’abbandono in cifre:

  • Ogni anno in Italia vengono abbandonati mediamente 50.000 cani e 80.000 gatti.
  • Più dell’80% degli animali abbandonati rischia di morire  a causa di incidenti, di stenti o per i maltrattamenti.
  • L’abbandono è un reato e può essere punito con l’arresto fino a un anno di reclusione o con una multa fino a 10.000 euro.
  • I picchi di abbandono si registrano d’estate, quando un animale domestico diventa un problema per le vacanze.

Gli animali domestici richiedono cure, tempo e affetto dal proprio padrone. Chi non ha piena consapevolezza di ciò e non sente la profonda voglia di vivere pienamente questo legame, non dovrebbe neanche lontanamente pensare di acquistare un cane, riceverlo o regalarlo come fosse un semplice dono.

Aiutiamo i nostri amici a 4 zampe: Se assisti a un caso di abbandono, cerca di segnare la targa dei responsabili o qualsiasi elemento utile. Denuncia i colpevoli rivolgendoti alle forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia, Forestale): contribuirai a far applicare le sanzioni previste e ad arginare questo incivile fenomeno.

Se guardi negli occhi il tuo cane, come puoi ancora dubitare che non abbia un’anima?”

Victor Hugo