Amministrazione sorda al fenomeno del randagismo. La Lida Gela scrive a Berlusconi

Hanno deciso di scrivere all’ex premier Silvio Berlusconi gli animalisti della Lida Gela, visto che la nostra amministrazione si è mostrata sorda al fenomeno del randagismo che ha raggiunto altissimi livelli in città.

“Carissimo presidente Silvio Berlusconi , le scrivo perché lei è un animalista ed ha la possibilità di poter aiutare tantissimi animali randagi che qui al sud del sud della Sicilia sono trattati in modo disumano. Io sono il presidente della Lida Gela e le faccio una richiesta accorata di aiuto. Qui a Gela non abbiamo un canile comunale con il risultato che i nostri randagi vengono ospitati in malo modo al canile privato di Caltanissetta dal quale non usciranno mai perché noi non possiamo seguirli per le adozioni e perché il canile privato non ha nessun interesse a farli adottare. So che per lei sarebbe un privilegio da non poco in questo momento poter realizzare e dimostrare il suo amore per gli animali, regali un canile alla nostra associazione, una salvezza per centinaia di animali. Io ci provo, ! Bisogna chiedere, chiedi e riceverai diceva il buon Gesù. ” Queste le parole di Max Greco (Massimo greco 3248954403 [email protected])

A Gela il fenomeno del randagismo è in crescente aumento. Ogni giorno arrivano agli animalisti del territorio telefonate di ritrovamento di cuccioli, sia in centro che in periferia. Tanti i cani che gironzolano per la città, a stento si reggono in piedi. Affamati, assetati, e privi di cure.

E tante le richieste che le associazioni hanno avanzato all’amministrazione.

Gela ha bisogno di un centro di sterilizzazione e di un canile.

Sit in, lettere, proteste, non hanno portato a nulla. Vi è un muro invalicabile che è quello della nostra amministrazione che si è mostrata poco sensibile al fenomeno del randagismo. E non è una questione economica in quanto al Canile nisseno vengono erogati 1000 euro l’anno per cane. Da settanta cani sono diventati 450, con un costo di 450mila mila euro l’anno per il comune. Ci verrebbe eccome con questi soldi un canile a Gela!!!

Articoli correlati