Anche a Palma di Montechiaro si protesta per l’emergenza rifiuti

Ai licatesi si aggiungono anche i concittadini di Palma di Montechiaro si sono fatti sentire per cercare in tutti i modi di mettere fine all’emergenza rifiuti,   che da parecchi mesi tartassa le due cittadine agrigentine. 

A Licata la manifestazione ha avuto luogo  mesi fa con una partecipazione alquanto numerosa, nella città del Gattopardo è accaduto nella stessa maniera. I palmesi sono scesi in piazza per protestare, ovviamente civilmente,  come nella città del Faro. Si può definire un “corteo” contro la questione rifiuti, quello che si è tenuto in Piazza Bonfiglio, con un percorso lungo in centro storico palmese. Allo sciopero hanno preso parte molti lavoratori: agricoltori, commercianti, imprenditori, liberi professionisti e molti altri.

“Questo scempio – si legge nella nota che annuncia la manifestazione – deve finire. Per i nostri monumenti e la storia, per i nostri figli, perché l’estate sta arrivando ed è già emergenza roghi. Per la nostra dignità – aggiungono gli organizzatori – per la nostra salute, perché non ne possiamo più”.