Anche Gela firma per la “Riforma del fisco”, meno crisi e più crescita

“Fermiamo la crisi, firmiamo la crescita”, con questo slogan la CISL è scesa in piazza per la riforma del fisco. Una raccolta firme volta a far sentire la propria voce al fine di offrire un contributo al rafforzamento dei redditi dei lavoratori, dei pensionati, dei consumi e alla ripresa della crescita, presentando un progetto di legge di iniziativa popolare che spinga il Governo ad adottare una riforma del sistema fiscale per cambiare il Paese. Ecco le proposte inserite: un nuovo assegno familiare che garantisca una maggiore equità distributiva e l’introduzione di un nuovo strumento che superi, accorpandoli, gli attuali assegni familiari e le detrazioni per i figli e il coniuge a carico, attraverso un nuovo sistema di detrazioni di imposta che cresca al crescere dei carichi familiari e si riduca all’aumentare del reddito; la ridistribuzione delle ricchezza a favore di chi lavora, dei pensionati e delle aree sociali medio-basse per correggere le disuguaglianze; il rafforzamento delle sanzioni amministrative e penali, aumentando i controlli e migliorando la tracciabilità dei pagamenti; meno tasse e più servizi, garantendo all’aumentare della fiscalità locale una corrispondente riduzione del prelievo fiscale nazionale e infine l’introduzione di un bonus di mille euro annui per tutti i contribuenti con un reddito individuale fino a quarantamila euro e un bonus di ammontare ridotto e via via decrescente per chi ha redditi compresi fra quarantamila e cinquantamila euro. La raccolta firme, iniziata stamattina alle 9:00, continuerà fino alle 19:00 di stasera in Piazza Umberto I a Gela.

Articoli correlati