Anche il popolo delle partite iva si schiera per il referendum

Anche il Popolo delle Partite IVA , presente da alcuni mesi nel territorio di Gela, vuole esprimere il proprio parere sul Referendum del 17 Aprile.

“Ancora una volta in Italia veniamo investiti da inchieste e scandali che mettono in luce i cattivi usi e costumi dei nostri politici ed amministratori. Anche questa volta il costo non è solo economico, ma  interessa la salute di noi cittadini e del nostro territorio” – afferma il coordinatore cittadino Emiliano Moscato.

“Gela in particolar modo è stata sfruttata dal nostro caro petrolchimico per anni, per poi essere abbandonata a se stessa insieme ad una disoccupazione incipiente, indici di inquinamento, di mortalità e di malformazione considerati secondi solo alla radioattività di Cernobil. E quali sono le proposte di questa amministrazione? La realizzazione di una spiaggia per nudisti!?”

“Il nostro Movimento – continua Moscato- vuole dare valore al prossimo referendum invitando alla partecipazione. Ma soprattutto ad esprimere con il SI la volontà di difendere la bellezza del nostro paese dai soprusi della grande industria e per riprendere il controllo della vera ricchezza delle nostre spiagge e del nostro mare. Il SI è uno schiaffo ai nostri ministri bugiardi ed è un voto per un paese sano, intelligente e pulito.”