Ancora in protesta le mamme della “Giovanni XXIII”, ma il Sindaco non le accoglie

Sono tornate a manifestare davanti al Palazzo di Città le mamme degli alunni dell’istituto “Giovanni XXIII”, in lotta dall’inizio dell’anno con l’Ammistrazione comunale per il piano di rimodulazione scolastica.

Le famiglie, infatti, non accettano la proposta che prevede l’accorpamento del plesso di via Settefarine, attualmente legato all’istituto “Quasimodo” diretto dal Preside Maurizio Tedesco, alla Don Milani. “Sono soluzioni che non accettiamo – hanno replicato nuovamente le mamme – noi abbiamo scelto la Quasimodo per le attività che si svolgono in quell’istituto, non accettiamo nessun accorpamento ad altri istituti diversi da quello che abbiamo scelto”. Nonostante la pioggia, i genitori sono rimasti davanti al Municipio a manifestare insieme ai propri bambini e a chiedere un incontro col Primo cittadino, richiesta però disattesa. Ad ascoltarli in piazza i consiglieri Giuseppe Ventura e Giovanni Panebianco che si sono detti pronti a portare la vicenda in Consiglio comunale e a presentare un mozione per bloccare questo piano di rimodulazione scolastica.