Ancora un punto interrogativo per il futuro della Camera di commercio di Gela, pesa l’assenza dei vertici di Caltanissetta

Seconda assenza dei vertici della Camera di Commercio di Caltanissetta presso il Comune di Gela e la CGIL non ci sta ed esprime rabbia e rammarico per questo comportamento. “Gela – ha ribadito il segretario generale Ignazio Giudice – insieme ai Comuni limitrofi ha urgenza di avere più servizi, più rispetto e vera sensibilità da chi può decidere le sorti in merito alla qualità della vita dei cittadini. La scelta del non dialogo da parte dei vertici della Camera di Commercio è assurda e immotivata. Chi vuole partecipare a una riunione istutuzionale dall’impostazione costruttiva è sempre pronto al dialogo, il Comune di Gela lo ha dimostrato mettendo mano con fondi pubblici al ripristino dell’ufficio dove ha sede la Camera di Commercio. Gela merita un’autonomia nell’erogazione dei servizi e sicuramente un aumento, dal rilascio della firma digitale all’iscrizione dell’artigianato. Oggi – ha concluso Giudice – i gruppi consiliari e la giunta municipale hanno dimostrato coesione nel ribadire l’esigenza di un comportamento diverso da pretendere dagli enti pubblici”.

Articoli correlati